Search

Barilla: 40 anni di storia per il brand italiano per eccellenza

In onore dei suoi primi 40 anni di storia aziendale, la Barilla, celebre azienda italiana che da sempre si dedica alla produzione di paste e sughi, ha deciso di tornare a puntare sull’Italia mettendo in atto importanti investimenti. L’obiettivo è quello di contribuire all’economia del bel paese e di puntare a nuovi mercati esteri nei quali importare i prodotti italiani. L’investimento riguarda principalmente la creazione di una nuova fabbrica, già inaugurata e situata a Rubbiano, all’interno della quale si svolgeranno prevalentemente operazioni di preparazione di sughi e pesti. Il risultato è stato quello di riuscire a far rientrare tutta la produzione interamente sul territorio italiano, senza affidare parte della produzione delle materie prime di base ai paesi esteri.

Compie 40 anni Barilla, celebre marchio italiano, simbolo dell’eccellenza culinaria italiana nel mondo, produttore di pasta di ogni formato. La Barilla, che da sempre ha operato sul territorio italiano, si era trovata negli ultimi anni a subire, un po’ come tutte le altre aziende del bel paese, le difficoltà della crisi economica. Motivo che aveva spinto i vertici dell’azienda a distribuire meglio le forze finanziarie e a spostare alcuni rami della produzione altrove. Ma ad oggi non è più così: la Barilla ha deciso di reinvestire sull’amata madre patria. Vediamo insieme come.

Sughi Barilla: tra tradizione e innovazione

La Barilla oltre a produrre pasta nei formati più disparati (produzione che non si è mai spostata all’infuori dall’Italia), produce da sempre anche sughi confezionati, ovvero il complemento primario di ogni piatto di pasta all’italiana che si rispetti. L’azienda è da sempre pioniera dei primi piatti, peccato che negli ultimi anni la produzione di sughi si fosse appoggiata ad aziende partner. Oggi, dunque, per celebrare i 40 anni di storia e di tradizione, l’azienda ha deciso di investire nuovamente sul suo territorio e di ricominciare a produrre i deliziosi sughi direttamente in loco, per un maggior controllo della qualità finale del prodotto e per rinnovarlo sotto ogni aspetto.

I sughi Barilla vengono infatti prodotti in numerose varianti, alle quali se ne aggiungono di nuove giorno dopo giorno. Al classico sugo all’italiana o agli altrettanto classici sughi tradizionali, come il ragù o il sugo all’arrabbiata, si sono aggiunti nel corso degli anni anche prodotti come:

  • “I pestati”, prodotti con ortaggi essiccati, come i pomodori secchi
  • Sughi particolari, come quello con le olive, il sugo al tonno o quello alla ricotta
  • Sughi biologici
  • Sughi vegetali, come il ragù di soia, pensato per incontrare le esigenze della crescente fetta di popolazione vegetariana

Gli investimenti Barilla in numeri

L’investimento principale per il 2018 in onore dei 40 anni Barilla riguarda per l’appunto la nuova fabbrica per i sughi, situata a Rubbiano, in provincia di Parma, e inaugurata di recente. L’ottica è quella di invertire totalmente la rotta: dalla produzione all’estero con consumi prevalentemente in Italia, si tenterà di fare l’esatto opposto. Produzione in Italia e mercato export, nel tentativo di conquistare anche i mercati “difficili” di Cina e Giappone. L’investimento in cifre è costato all’incirca 40 milioni di Euro. L’obiettivo? Contare almeno 120 dipendenti totali e produrre quotidianamente all’incirca 150 tonnellate di sughi a base di pomodoro e 50 tonnellate di pesto di ogni tipo.

Barilla: i prodotti di punta del brand tutto italiano

barilla-italiantraditions

Per quanto riguarda il suo settore di produzione primario, ovvero quello della pasta Barilla nei vari formati, la Barilla ha i propri prodotti di punta (tra i quali sicuramente Spaghetti e Rigatoni) e anche formati considerati “speciali”. Tra questi, oltre a un’ampia gamma di prodotti integrali e semintegrali (tra i quali spiccano le paste ai 5 cerali) sono presenti i cosiddetti “Piccolini”, delle versioni “baby” delle paste di punta pensate soprattutto per rallegrare i piatti dei più piccini, una vasta scelta di paste Bio attente all’ambiente e un altrettanto vasta scelta di paste più particolari, come le specialità regionali tra le quali citiamo, ad esempio, orecchiette e trofie.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close