Search

5 motivi per cui visitare la Valle d’Aosta

Visitare l’Italia è una piacevole esperienze in qualunque stagione dell’anno. Dunque se vuoi approfittare di alcuni giorni di vacanza invernale e ti stai chiedendo cosa fare in Italia in questo periodo, perché non visitare la Valle d’Aosta?

Per quanto piccola, la Valle d’Aosta ha molto da offrire. Si tratta di luoghi così incontaminati da sembrare magici, in cui è facile abbandonarsi al relax più assoluto. Ed è proprio questa la ragione per cui sempre più persone decidono di trascorrere le proprie vacanze in questa regione, ricca di storia, cultura e di paesaggi da perdere il fiato.

Quali sono i motivi per cui visitare la Valle d’Aosta?

Vuoi sapere perché visitare la Valle d’Aosta? Continua a leggere e ne troverai ben cinque.

  1. Il Gran Paradiso

Si tratta di uno dei parchi più importanti dell’intera nazione nonché il più antico in assoluto, è stato riconosciuto nel 1922. Il Gran Paradiso ha una superficie di oltre 71 mila ettari e un’altitudine superiore ai 4.000 metri.

Questo permette di ammirare diversi tipologie di flora, ma soprattutto la fauna per cui è particolarmente noto. Ricordiamo, infatti, che il simbolo per eccellenza del parco è lo stambecco, il re di questa terra.

  1. Il Forte di Bard

Proprio all’imbocco della valle si trova il Forte di Bard, posizione strategica in quanto antico baluardo che veniva utilizzato per difendere l’intera regione. Oltre che per la struttura architettonica che vale la pena osservare, in estate è sede di concerti ed eventi culturali. Il Forte di Bard è infatti anche un museo al cui interno è possibile ammirare diverse opere d’arte e richiedere il supporto di guide turistiche.

  1. L’Osservatorio astronomico

Recentemente inaugurato, l’Osservatorio astronomico regionale situato a Saint Barthélemy è finalmente aperto al pubblico per visite ed osservazioni. Inaugurato nel 2003 e situato nel comune di Nus, è stato costruito per soddisfare anche gruppi di scolaresche ed appassionati. Ragion per cui vi è la possibilità di chiedere osservazioni guidate grazie all’ausilio di potenti strumenti per l’osservazione dei vari corpi celesti nonché del telescopio principale da 810 mm.

  1. Courmayeur

Una delle cittadine più celebri della Valle d’Aosta, Courmayeur è situata nel versante italiano del Monte Bianco, nei pressi del famoso Tunnel. Posta ai piedi del Monte Bianco, Courmayeur si articola un accogliente centro abitato pieno di negozi, ristoranti e locali per far trascorrere delle piacevoli serate a chi la visita.

Valle Aosta

  1. La cucina valdostana

La cucina tradizionale della Valle d’Aosta si allontana notevolmente dall’idea di dieta mediterranea a cui siamo per la maggior parte abituati. Qui i piatti sono più ricchi e grassi per combattere il freddo delle montagna. Tra le pietanze più celebri troviamo i salumi locali, come ad esempio la Mocetta, il lardo d’Arnad, il Jambon de Bosses ed il prosciutto alla brace di Saint-Oyen.

Altri piatti tipici sono:

  • la tradizionale Polenta Concia, polenta fornita con fontina ed altri formaggi locali
  • la Fonduta
  • la carne di cervo e
  • la Valpellinentze, un’antichissima zuppa realizzata con pan bagnato, amalgamata con cavolo e fontina.

Infine, da provare assolutamente è la cosiddetta “coppa dell’amicizia”. Si tratta di una scodella munita di due manici, beccucci con coperchio abitualmente scolpito. Viene portata in tavola a fine pasto poiché utilizzata per servire il caffè alla Valdostana, ossia caffè misto a grappa (a volte con l’aggiunta di génépy), zuccherato e speziato, che viene servito con una particolare fiamma viola.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close