Search

Alto, glassato, sofficissimo: quanti tipi di panettone conosci?

In occasione delle festività natalizie in tutte le case italiane non può mancare uno dei dolci tradizionali tipici del periodo. Si tratta del panettone che presenta delle varianti a seconda della regione italiana nella quale viene preparato. In effetti esistono diversi tipi di panettone. Italian Traditions vi porta alla scoperta di questo dolce natalizio tipico italiano. In particolare spieghiamo in cosa consiste e vi raccontiamo la sua origine. Inoltre presentiamo le principali tipologie regionali, ovvero il panettone torinese, quello milanese e il genovese.

Cos’è il panettone?

Il panettone è un dolce tipico milanese che viene preparato in occasione delle festività natalizie in tutta Italia. Ha una base cilindrica che termina a cupola. Lo si ottiene lavorando l’impasto lievitato con acqua, farina, burro e uova. Inoltre vengono aggiunti frutta candita e uvetta. A partire dagli anni 50 del 1900 si è diffusa la sua produzione industriale. Tuttavia, anche oggi, sono moltissime le pasticcerie che lo producono artigianalmente rispettando scrupolosamente la ricetta originale. Dal 2005 è un dolce tipico italiano tutelato da un disciplinare che indica le percentuali minime degli ingredienti per renderlo un reale (in tutti i sensi) Panettone italiano.

L’origine del panettone

L’origine del panettone è milanese e risale al 1200. Si trattava di un pane arricchito con lievito miele e uva secca. Il suo nome deriva dal fatto che aveva una forma più grande rispetto ai prodotti da forno preparati a quel tempo. Anche nel 1800 la preparazione consisteva in un grosso pane con uva passa, uova e zucchero. Sono due le leggende più importanti che narrano la storia della nascita del panettone, entrambe ambientate nella città di Milano negli ultimi anni del 1400.

L’invenzione del panettone così come lo conosciamo oggi la si deve a Paolo Biffi. Egli preparò nel 1846 un dolce speciale per Papa Pio IX. La nascita e lo sviluppo dell’attuale forma e confezione è relativa ai primi anni del 1900 quando Angelo Motta lo propose nella forma attuale con la carta da forno (tecnicamente il “pirottino”) a coprirne la parte cilindrica e valorizzare anche esteticamente il prodotto.

I diversi tipi di panettone

Secondo la tradizione italiana si è soliti considerare quello milanese come il vero panettone. Tuttavia sono moltissime le ricette di questo dolce natalizio nelle varie regioni italiane. Infatti esistono numerosi tipi di panettone. I principali sono :

  • panettone glassato piemontese
  • panettone glassato senza canditi
  • panettone milanese
  • panettone genovese.

Il Panettone torinese

Il Piemonte presenta una tipologia di panettone molto particolare. Questo nasce nei primi anni del 1900 con lo sviluppo dell’industria dolciaria. La sua particolarità consiste nell’essere basso ed offerto anche nella versione ricoperta con una glassa. Questa viene realizzata con le noci della regione. la ricetta originale è stata creata in una piccola pasticceria di Pinerolo fondata nel 1922 da Pietro Ferrua. La sua fama si è espansa a tal punto da diventare dal 1937 il fornitore ufficiale della casa Reale.

Il Panettone milanese

Tra i diversi tipi di panettone quello che rispetta la tradizione è la versione milanese. Si tratta di un dolce da forno a pasta morbida che presenta delle caratteristiche distintive. Per prima cosa la sua forma tipica è quella cilindrica. Poi l’impasto deve essere lievitato in modo naturale. La crosta superiore non si presenta in modo uniforme. Infine deve contenere determinati ingredienti. Questi sono:

  • uvetta
  • scorze di arancia candita
  • cedro candito.

Il panettone genovese

panettone-italiantraditions

Anche la tradizione genovese vanta una tipologia di panettone molto particolare. I liguri lo chiamano pandolce. La sua particolarità principale è il fatto che viene preparato in due varianti. Infatti lo si può trovare sia alto che basso. Al suo interno è presente l’uvetta in grande quantità, canditi misti e pinoli. Si differenzia da quello milanese per la sua friabilità e compattezza. L’antica ricetta prevedeva l’utilizzo anche del miele oggi sostituito dallo zucchero. La sua lievitazione può richiedere dalle 18 alle 20 ore.

La tradizione italiana presenta molte ricette per la preparazione di prodotti che vengono realizzati per le festività natalizie. Il panettone è uno dei dolci che non manca mai sulle tavole degli italiani nel periodo di Natale. Se volete conoscere altre ricette tradizionali vi consigliamo la lettura anche di questo articolo. Ora che conoscete quali sono i tipi di panettone non vi resta che assaggiarli nelle versioni classiche o anche in quelle create con gusto e fantasia dalle pasticcerie artigianali.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close