Search

Carpi, Alla scoperta del Made in Italy

Una delle perle del modenese, posta al centro della pianura padana, Carpi si caratterizza per la ricchezza di un patrimonio artistico rappresentativo soprattutto delle epoche medievale e rinascimentale, per i suoi sempre vivi fermenti culturali e per una apprezzata tradizione gastronomica.

In pole position nel settore dell’artigianato, soprattutto tessile, Carpi non manca di essere scelta come meta turistica per weekend a base di storia: il suo passato, infatti, le ha regalato numerose architetture e spazi urbani di grande interesse, come ad esempio la famosa piazza dei Martiri, subentrata durante il Rinascimento a piazza re Astolfo nel ruolo di nucleo cittadino, in conseguenza della trasformazione dell’antico castello in corte rinascimentale, simbolo dell’evoluzione storico-sociale che interessa la città.

Fin dal secolo XVI la fortuna economica di Carpi è legata alla produzione artigianale: dall’arte della scagliola, ovvero una tecnica di lavorazione del gesso, che veniva colorato e intagliato ed era utilizzato per la realizzazione di paliotti d’altare, all’arte del truciolo fino alla fabbricazione di cappelli ottenuti dall’intreccio di paglie. Nel dopoguerra Carpi è diventato uno dei centri trainanti del Made in Italy in campo tessile, con tante aziende piccole e medie, e alcune grandi e affermate come Blumarine e Liu Jo. La cittadina si trova al centro della “Terra del gusto”, il distretto modenese del buon cibo.

Incastonata tra province e regioni diverse, eredita da ciascuna di queste saperi e sapori – e gli ingredienti della sua tavola lo dimostrano: l’aceto balsamico tradizionale, il riso, i cappelletti in brodo, la zucca, lo zampone e il cotechino, il prosciutto, la mostarda fina, il parmigiano, il lambrusco salamino di Santa Croce DOC, le pere e le paste fresche ripiene.

La pasta rigorosamente fatta in casa è uno dei cavalli di battaglia del ristorante Il Barolino, un ristorante arredato con cura e raffinatezza dove potrete assaporare tutte le specialità della tradizione emiliana in un ambiente moderno. Se siete amanti dei cappelletti in brodo, e volete assaggiarne di superlativi, fate una sosta al Ristorante Il Carducci, dove qualità ed eccellenza si uniscono alla cordialità tipica del popolo emiliano.

Tra i prodotti carpigiani più rinomati vi è anche il miele  – prodotto nelle tre tipologie di miele di castagno dell’appennino modenese, miele millefiori della pianura modenese e miele millefiori dell’appennino modenese -, uno dei principali ingredienti della mostarda “fina” di Carpi, una salsa dolce piccante utilizzata come condimento per pietanze a base di carne o per accompagnare salumi e formaggi. Un’eccellenza in questo campo è Apicoltura Giuseppe Ferrari, impegnata da anni a far conoscere il miele come alimento completo e salubre da utilizzare quotidianamente nella nostra alimentazione.

Se volete trascorre un fine settimana in questa piccola ma ricca cittadina, Italian Traditions vi consiglia di fermarvi al Gabarda Carpi Hotel che, a soli 3 km dal centro storico, rappresenta l’albergo ideale sia per chi viaggia per lavoro sia per i turisti che vogliono soggiornare in un ambiente tranquillo e ospitale. A soli 200 metri da Piazza Martiri segnaliamo l’Hotel Touring, da sempre il punto di riferimento della città, dove eleganza e tradizione si fondono magnificamente.
Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close