Search

Una visita al museo di San Valentino alla scoperta dei fossili e delle ambre

Hai mai sentito parlare di San Valentino, una località situata in Abruzzo Citeriore e precisamente nella zona tra l’Orta e il Lavinio?

Ti sto parlando di un comune della provincia di Pescara molto suggestivo e con tante attrazioni di carattere storico-culturale, ma anche sede del museo dei fossili e delle ambre.

Devi sapere che tra i musei italiani, quello che ti ho appena menzionato è davvero molto interessante perché conserva una vasta raccolta di fossili, a testimonianza della storia degli ultimi 500 milioni di anni della Terra.

Ma non è tutto, al suo interno è possibile ammirare anche una preziosa raccolta di ambre, assolutamente da vedere.

Appena entrato nel museo, istituito nel 2004, troverai due sale:

  • La Sala Paleontologica, che comprende la sezione fossili e la sezione “uomo”
  • La Sala delle Ambre.

Molto suggestiva è anche la sede che lo ospita, la Villa Olivieri de Cambaceres risalente al 700’, che renderà la visita ancora più speciale.

Il museo è aperto il sabato e la domenica dalle ore 15:00 alle ore 18:00 (nel periodo invernale) e dalle 17: 00 alle 20:00 (nel periodo estivo).

Il costo del biglietto intero è di 2,00 euro, ridotto 1,00 euro.

Qui puoi trovare prezzi e orari sempre aggiornati.

Come arrivare a San Valentino

In auto si percorre l’autostrada A14 Adriatica e si raggiunge Pescara, per poi imboccare l’A25 in direzione Roma con uscita ad Alanno/Scafa. Si prosegue per la statale E5 fino a raggiungere lo svincolo della strada statale 487 verso San Valentino.

In treno la stazione più vicina è quella di Scafa San Valentino-Caramanico Terme e da qui il comune dista circa 6 Km.

Cosa vedere al Museo di San Valentino

Il museo dei fossili e delle ambre è una delle principali attrazioni del delizioso Borgo di San Valentino, situato in provincia di Pescara.

Se sei un appassionato, sicuramente in questi luoghi avrai molto da scoprire! Pensa che al suo interno sono custoditi numerosissimi reperti fossili, che ti guideranno alla conoscenza della storia del nostro Pianeta, ritornando indietro di ben 500 milioni di anni.

E non finisce qui, perché durante la visita avrai modo di ammirare anche una preziosa raccolta di ambre, proveniente dalle collezioni private Santoli-Tanfi e Coccato-Antonucci e cedute a titolo gratuito al comune di San Valentino.

Per il momento il museo occupa soltanto l’ala sinistra della settecentesca Villa Olivieri de Cambaceres, dove sono state allestite due sale dedicate rispettivamente ai fossili ed alle ambre.

Presto inizieranno i lavori di ristrutturazione anche dell’altra ala e verranno ospitati altri fossili dell’Abruzzo ed i reperti di ossa di dinosauri, laboratori didattici ed una sala video.

San Valentino

Cosa vedere a San Valentino

Se ti stai chiedendo cosa vedere a San Valentino, oltre al suo importante museo, voglio suggerirti alcuni luoghi che non devi assolutamente perderti.

Credimi, sono veramente tanti i monumenti e gli edifici antichi da ammirare, a partire dal Duomo di San Valentino con la sua duplice torre campanaria e la piccola Chiesa di Sant’Antonio con facciata barocca.

Potrei continuare con il Palazzo Farnese, costituito da un insieme di edifici costruiti entro le mura dell’antico castello, con le fontane Giulia e Sansone e le storiche grotte, dove sono presenti tracce di insediamenti preistorici.

Probabilmente finora non avevi mai sentito parlare di questo piccolo comune, una delle tante perle del nostro Paese che vale la pena conoscere.

Se ti stai chiedendo cosa visitare in Italia oltre San Valentino, visto che ti trovi in Abruzzo non perdere l’occasione di fare una tappa anche nei paesi vicini come Scafa, Roccamorice e Bolognano.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close