Search

Scopri le differenze tra la Cotoletta alla Milanese e quella alla Bolognese

La cucina italiana presenta molte ricette di antica origine che prevedono alcune varianti a seconda della regione italiana di provenienza. Chi di voi non ha mai sentito parlare della cotoletta? Non tutti gli amanti della cultura culinaria italiana, però, sanno che esistono diverse varianti, le più famose delle quali sono la cotoletta alla milanese e quella alla bolognese.

Ma quanti di voi saprebbero indicare le differenze tra le due? Italian Tradition vi porta alla scoperta di queste due ricette della tradizione culinaria italiana. Qui infatti vi spieghiamo in cosa consistono e come fare per prepararle. Inoltre vi raccontiamo la loro origine. Infine evidenziamo le differenze principali tra le due ricette tradizionali.

Cos’è la cotoletta milanese?

La cotoletta alla milanese è un tipico piatto lombardo. Insieme al risotto e al panettone è un dei piatti milanesi più famosi nel mondo. Secondo la tradizione consiste in una lombata di vitello con l’osso che viene impanata e poi fritta nel burro.

I suoi principali segreti sono la fragranza dell’impanatura e la morbidezza della carne. Oggi viene preparata in diverse versioni. Una delle più interessanti consiste nel servirla fredda ricoperta da pomodori tagliati sottili e rucola. Negli ultimi anni è stata introdotta anche una versione più sottile senza l’osso. Questa versione viene comunemente chiamata orecchia di elefante.

L’origine della cotoletta alla milanese: l’asse franco-italo-austriaco

La questione riguardante l’origine della cotoletta è ancora oggi confusa. Quale è nata prima tra la cotoletta milanese e quella viennese? I complessi rapporti tra l’Italia e l’Austria nel 1800 non aiutano a fare chiarezza. Sono diverse le versioni esistenti. Una di queste attribuisce l’arrivo della cotoletta alla milanese nel territorio austriaco al maresciallo Radetzky nei primi anni del 1800.

Altre fonti invece attribuiscono l’origine di questa ricetta all’Austria. Infatti già nel 1717 sul suolo austriaco si preparavano ricette a base di verdure e vitello impanato. Infine una terza possibilità è quella che riguarda la sua origine francese. Infatti in Francia nel 1750 esistevano già le bistecche impanate.

Cotoletta alla bolognese cos’è?

Cotoletta | Italian Traditions

La cotoletta alla bolognese, chiamata anche petroniana, come facilmente desumibile dal nome, è uno dei piatti tipici della città di Bologna. Questa ricetta molto antica consiste in una cotoletta di vitello sottoposta a diversi tipi di cottura. Per prima cosa la si cuoce nello strutto. Dopo averla fritta la si immerge in un brodo di carne per breve tempo in modo da ammorbidire la carne. Poi la carne viene messa in una teglia e ricoperta da prosciutto e parmigiano reggiano. A questo punto il tutto viene trasferito in forno. A differenza della cotoletta alla milanese la ricetta di Bologna prevede l’utilizzo di una cotoletta senza osso.

La storia della cotoletta bolognese

La cotoletta alla bolognese ha una storia molto antica. Si ritiene infatti che questo piatto sia stato protagonista tra le portate fin dai tempi dei grandi banchetti del 1600. Da quel momento diventa uno dei piatti tradizionali di Bologna. Nel corso degli anni ci sono state alcune variazioni nella ricetta che hanno portato ad ottenere il risultato attuale.

La cucina italiana è da sempre una delle più apprezzate in tutto il mondo per l’unicità e la bontà dei suoi piatti. Alcune di queste ricette hanno un origine antica e presentano delle variazioni a seconda della regione d’origine. Ora che conoscete le differenze tra la cotoletta alla milanese e la cotoletta alla bolognese non vi resta che assaggiarle se ancora non lo avete fatto.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close