Search

Che cosa sono i Bronzi di Riace, simbolo di classica perfezione

Talmente noti da aver dato origine a un diffusissimo motto popolare (“bello come un Bronzo di Riace”), queste due statue di bronzo risalenti al V sec a.C. sono un tesoro inestimabile del Belpaese, tra i capolavori scultorei più significativi dell’arte greca e tra le testimonianze dirette dei grandi maestri scultori dell’età classica. Italian Traditions vi spiega che cosa sono i Bronzi di Riace e dove sono stati ritrovati.
 

Dove sono stati ritrovati i Bronzi di Riace?

Fonte: Museo Archeologico Reggio Calabria

Scoperti il 16 agosto 1972 nel tratto di mar Ionio antistante il comune reggino di Riace Marina, in Calabria, da Stefano Mariottini, un appassionato subacqueo in vacanza in Calabria, durante un’immersione a circa 200 m dalla costa, i Bronzi di Riace ci sono pervenuti in un eccezionale stato di conservazione e si trovano oggi al Museo nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria, città di cui sono ormai diventati anche il simbolo. Ma scopriamo effettivamente che cosa sono i Bronzi di Riace.

Che cosa sono i Bronzi di Riace?

Le due statue, denominate “A” e “B”, sono alte 1,98 e 1,97 m e pesano circa 160 chili l’una, e rappresentano due uomini completamente nudi che dovevano essere armati di scudo, lancia ed elmo. La loro grandezza risiede tuttavia principalmente nella assoluta perfezione con cui i corpi sono stati riprodotti, dalle vene subcutanee alla mossa e fitta barba, e nel forte vigore plastico con cui la muscolatura è stata ricreata.
 

Proprio per questi motivi sono presto diventate simbolo di classica perfezione e armonia della forma umana, opere immortali tra i fiori all’occhiello d’Italia e note in tutto il mondo. Tuttavia la loro origine è ancora da accertare, sebbene sin dal loro ritrovamento siano state avanzate numerose ipotesi a riguardo: Fidia, Policleto, il bronzista Pitagora di Reggio sono solo alcuni dei nomi proposti per identificare l’artista, ma il nome dello scultore che le plasmò non è mai stato accertato.

Che cosa sono i Bronzi di Riace-italiantraditions

Chi erano i Bronzi di Riace?

Insieme alle congetture sui possibili autori, si sono formulate anche ipotesi che riguardano l’identità dei due personaggi: certamente ci troviamo di fronte a raffigurazioni di divinità o eroi, perché la realizzazione di statue del genere era sempre dovuta alla committenza di una città o di una comunità che intendeva celebrare i propri miti o paladini, impegnando un artista, per oltre un anno di lavorazione per ogni statua, e in più mettendogli a disposizione un materiale, il bronzo, molto costoso. Fino a oggi, comunque, le ipotesi fatte sull’identità dei personaggi, non essendo sostenute da indizi reali, non hanno potuto risolvere gli interrogativi posti dalle due statue, e anche sul luogo di provenienza circola ancora molta incertezza, anche se le ipotesi più probabili indicano i Bronzi come provenienti da Delfi, Atene, Olimpia o la stessa Reggio Calabria.

Molte domande, che probabilmente non otterranno mai risposta, ma che non tolgono nulla alla disarmante bellezza di queste due statue, apice della scultura antica e ancora oggi modelli assoluti dell’armonia del corpo umano: due opere immortali che tali rimarranno. 

Immagine di copertina: Turismo Reggio Calabria

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close