Search

Ascoliva: Amore al primo morso. Torna il festival dell’oliva ascolana

Torna Ascoliva, il festival che celebra le olive ascolane nella romantica cornice di Ascoli Piceno. Dal 14 al 23 agosto, con la sua ottava edizione, un’occasione speciale per scoprire questo prodotto d’eccellenza locale, tra storia, tradizione ed eventi gastronomici. E sarà davvero Amore al primo morso!

Ascoli Piceno: Amore al primo morso, questo il claim di Ascoliva, il festival che celebra l’inimitabile oliva ascolana, che tornerà con l’ottava edizione dal 14 al 23 agosto 2021. Manifestazione nata per promuovere quella tradizione locale che ormai è diventata di portata internazionale, Ascoliva è il momento perfetto per visitare il capoluogo di provincia marchigiano e rimanerne incantati. Cibo tradizionale e una città pittoresca sono la combinazione perfetta per proseguire nella scoperta di tutte le meraviglie che il nostro Paese ci riserva.

Cosa sono le olive ascolane?

Se dovesse ancora esistere qualcuno che non le ha mai provate, allora credo che una piccola spiegazione sia d’obbligo. Le olive ascolane sono un piatto tradizionale marchigiano, originario della città di Ascoli Piceno. Si tratta di un’oliva verde in salamoia della varietà Ascolana Tenera (che dal 2005 si fregia della dicitura DOP), riempita con carne macinata, odori, panate e fritte. Insomma, una delizia per il palato!

Tradizionalmente, ogni famiglia custodisce la propria ricetta con delle lievi sfumature, dove si dà più risalto ad un tipo di carne rispetto all’altro o a qualche spezia in particolare. Sebbene le olive ascolane siano ormai reperibili praticamente ovunque in Italia, non si può dire di averne mangiate di veramente buone se non si sono provate quelle artigianali. L’oliva ascolana è inoltre tutelata da un apposito consorzio istituito nel 2018.

Come si svolge Ascoliva Festival?

Nella cornice della monumentale Piazza Arringo, la più grande della città, Ascoliva Festival porta ogni anno in scena gastronomia di altissima qualità, attraverso dibattiti su storia e tradizione, spettacoli e laboratori gastronomici. I visitatori dell’evento possono acquistare un ticket che include degustazioni di tre tipi di olive ascolane e altri piatti della tradizione proposti dagli espositori locali.

Molto famoso, infatti, nella cucina locale è il fritto misto all’ascolana. Un insieme di fritti che, oltre alle famose olive, comprende cremini (cubetti di crema fritta), verdure fritte e cotolette di agnello panate. Non solo fritto, però! La cucina ascolana è molto di più e un bel giro all’Ascoliva Festival vi permetterà di immergervi completamente in questa deliziosa tradizione culinaria!

Le scorse edizioni: tra gare culinarie, concorsi e l’oliva più grande del mondo

ascoliva-italiantraditions
Fonte: Ascoliva

Mentre aspettiamo di scoprire le sorprese di questa nuova edizione, perché non ripercorrere le edizioni passate attraverso i momenti più salienti? Ogni anno, diverse massaie si sfidano a suon di olive, carne e pangrattato per produrre le olive ascolane più buone e tradizionali che esistano. Dispensando, così, trucchi, ricette e aneddoti sul piatto marchigiano più famoso nel mondo.

Nelle scorse edizioni, poi, è stata anche eletta Miss Oliva, in una gara a metà strada tra un concorso di bellezza e un concorso culinario. In poche parole, ad ogni ragazza, è stata abbinata un’oliva di un diverso produttore, lasciando poi alla giuria il compito di premiare l’oliva migliore. Nel 2018, invece, è stata la volta dell’oliva ascolana più grande al mondo: 3,5 kg di croccantissima oliva ascolana!

Cosa vedere ad Ascoli Piceno in occasione dell’Ascoliva Festival

Forse sono un po’ di parte, dato che parte della mia famiglia è legata a questa città, ma Ascoli Piceno è uno di quei posti che va visto. Va vista perché è piccola, elegante, pittoresca. Con il suo centro storico quasi interamente in travertino, è una città capace di affascinare e trasportare indietro nel tempo. Oltre all’ottimo cibo, le bellezze architettoniche del suo centro storico saranno in grado di lasciarvi letteralmente a bocca aperta.

Oltre alla grande Piazza Arringo, location dell’Ascoliva Fastival, e che ospita la Cattedrale di Sant’Emidio, un altro punto nevralgico della città è Piazza del Popolo. In pieno stile rinascimentale, è stata descritta dallo storico Antonio Rodilossi come “una delle piazze più armoniose d’Italia”, per via della sensazione di regalità ed eleganza che emana.

Insomma, direi che i presupposti per mettersi in macchina e raggiungere Ascoli Piceno ci sono tutti! Sia che siate in vacanza nelle Marche, o in Abruzzo o Lazio, e abbiate voglia di farvi un paio d’ore in auto per mangiare delle ottime olive ascolane, sia che partiate da un qualsiasi altro punto d’Italia per andare a visitare questa bellissima città: non ve ne pentirete!

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close