Search

La rievocazione storica della Disfida del bracciale

L’evento tradizionale italiano più conosciuto che si svolge nella città di Treia

In Italia sono molte le rievocazioni storiche che hanno luogo, ogni anno, in varie zone della penisola. Queste sono eventi della tradizione locale e hanno una storia antica. Una delle più interessanti e conosciute è La Disfida del bracciale che viene celebrata ogni anno, nelle due settimane che precedono la prima domenica di agosto, nella cittadina marchigiana di Treia. Italian Tradition vi porta alla scoperta di questo evento storico che coinvolge l’intera popolazione e che attira ogni anno molti visitatori da tutta l’Italia e dall’estero.

Cos’è la disfida del bracciale

La disfida del bracciale è una rievocazione storica riferita ai primi anni del 1800. Il periodo, caratterizzato da cambiamenti politici e sociali di grande portata, coincise anche con la stagione d’oro di quello che era, all’epoca, uno sport molto diffuso. Le sue origini sono sicuramente ancora più antiche, ma la massima popolarità venne raggiunta durante il Rinascimento quando, seguito da un forte interesse popolare e citato anche in letteratura, era praticato dalla classe nobiliare e da questa favorita con la costruzione di arene apposite in diverse città italiane. Ad un giocatore all’epoca famoso, Leopardi dedicò la poesia “A un vincitore nel pallone”.

La disfida di Treia è un evento cittadino che celebra i fasti di un tempo. Qui è presente un’atmosfera unica che richiama il passato tramite una minuziosa ricostruzione della vita dell’epoca in ogni quartiere della città di Treia. Si tiene, normalmente, la prima domenica di agosto ed è preceduta da dieci giorni di festeggiamenti e rievocazioni.

Si sfidano le squadre dei quattro quartieri cittadini e la squadra vincitrice si aggiudicherà il trofeo che potrà custodire presso di sé per un anno.

Ma non è tutto, durante le settimane della manifestazione l’intero centro storico è animato da spettacoli e musica. Nelle taverne e nei ristoranti locali vengono presentate le ricette tradizionali del periodo storico di riferimento. Botteghe artigiane e laboratori presentano le opere di artisti locali e tutto quanto è legato alla tradizione ed al periodo (primo ‘800) di massimo splendore e diffusione della sfida. La sera del sabato è caratterizzata da interminabili discussioni sulla partita del giorno successivo. La domenica è il giorno della Disfida che si tiene nell’arena, preceduta da sfilate e cerimonie tutte rigorosamente in costume.

disfida-bracciale

La storia

Il gioco della Disfida del bracciale ha un’antica origine. La sua pratica era notevolmente diffusa già ai tempi dell’antica Grecia. Durante il periodo rinascimentale diviene il gioco maggiormente praticato dagli italiani. Nel 1700 e nel 1800 vengono costruite numerose arene. Ciò è dovuto alla sempre più crescente popolarità di questo gioco che costringe molte città a creare nuovi campi da gioco. Lo sport veniva praticato unicamente dai nobili ma era molto seguito anche dai ceti più popolari.

 

Il gioco e le regole

Il gioco del bracciale ha diverse analogie con il tennis: consiste nel respingere un pallone da una parte all’altra del campo usando, al posto della racchetta, un manicotto di legno inserito sul braccio (il “bracciale”). Ovviamente il bracciale è cavo internamente, pesa circa due chili ed è munito di spuntoni che consentono di imprimere l’effetto al pallone.

 

In dettaglio, il gioco si svolge negli “sferisteri”, particolari arene cittadine.

Il campo è in terra battuta ed ha una lunghezza che varia dai 90 a 100 metri e una larghezza dai 16 ai 18 metri.

Le squadre sono composte ciascuna da tre giocatori divisi per ruolo. Questi sono:

  • il battitore
  • la spalla
  • il terzino.

Un giocatore esterno al gioco, detto mandriano, ha il compito di lanciare la palla al battitore. Questo scende con slancio da un trampolino inclinato e deve cercare di colpire la palla con il bracciale. Il punteggio viene calcolato come nel tennis e ogni volta che si lancia la palla oltre il muro di fondo si ottiene un punto. Inoltre è possibile sfruttare anche i muri laterali che fanno parte del terreno di gioco.

 

Dove si svolge e come arrivare

Come accennato, la Disfida del bracciale si svolge ogni anno a partire dal 1979 nella città di Treia in provincia di Macerata nelle Marche ed è facilmente raggiungibile tramite l’autostrada A-14 con uscita ad Ancona. La stazione ferroviaria più vicina è quella di Macerata.

Alcuni eventi tradizionali vengo ancora oggi celebrati in molte città d’Italia. Queste sono feste che rievocano un antico passato e che coinvolgono tutta la popolazione. Se desiderate conoscere altre celebrazioni tradizionali vi consigliamo la lettura anche di questo articolo. Ora che conoscete la disfida del bracciale non vi resta che organizzare la vostra visita alla città marchigiana per assistere all’evento.

 

1 comment

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close