Search

Porto Recanati, il borgo marinaro della Riviera del Conero

Porto Recanati è un comune della costa marchigiana, in provincia di Macerata, situato a breve distanza dal Parco Naturale Regionale del Conero. La sua nascita risale al XIII secolo e per volontà dell’imperatore Federico II di Svevia, che costruì un porto e il castello, ma oggi è una rinomata località turistica e balneare, un luogo ideale dove storia, cultura e bellezze naturali si fondono in un mix ideale.

Fonte: Booking

Il centro storico di Porto Recanati, che racchiude tutte le caratteristiche di un borgo marinaro, ospita l’Abbazia di Santa Maria in Potenza, fondata dall’Ordine delle Crucifere intorno al 1160 come ospedale e luogo di accoglienza per i pellegrini che si recano in Terra Santa lungo la costa adriatica. Da vedere anche la trecentesca Chiesa della Banderuola, dove, secondo la tradizione, si fermarono gli angeli che portavano la Santa Casa di Loreto, e il Castello Svevo, una fortezza circondata da mura – su cui corre il camminamento – e dotata di torri.

Fonte: Hotel Palazzo Bello

In località Santa Maria in Potenza si può visitare anche l’area archeologica dell’antica città romana di Potentia, con i resti della domus con pavimenti a mosaico e affreschi murali, il foro porticato con taverne, e un tempio. I resti di statue e sculture della zona sono esposti nella mostra “Divi & Dei”.

Porto Recanati, oltre all’arte, la bellezza della natura

Con 9 chilometri di costa, Porto Recanati offre spiagge di sabbia o ghiaia delimitate dalla Pineta Volpini. Le spiagge del centro sono quelle più attrezzate con servizi, attrezzate con beach volley, parchi giochi per bambini, animazione e animazione. Nella zona di Scossicci le spiagge sono particolarmente apprezzate dagli amanti degli sport acquatici.

Fonte: Il cittadino di Recanati

Gli eventi di Porto Recanati

Nella seconda settimana di luglio, si svolge a Porto Recanati la Festa del Mare, con la processione dei pescherecci, a capo dei quali avanza che porta a bordo l’immagine della Madonna del Soccorso, secondo la leggenda trovato in una scatola catturata nella rete di una barca da pesca. Il Bara de Notte, invece, è una suggestiva processione che si svolge il Venerdì Santo, con il baldacchino del Cristo morto che sfila per il centro della città. Nel mese di agosto, invece, è la volta della rievocazione storica dedicata a San Giovanni Battista, patrono della città: una staffetta che coinvolge le 7 contrade di Porto Recanati.

Fonte: Il cittadino di Recanati

Porto Recanati: tra cibo e bici in spiaggia

Il patrimonio culinario è fortemente legato alla tradizione marinara. Il piatto per eccellenza è il “brodetto di Porto Recanati“, che si distingue dalle altre versioni marchigiane per la mancanza di pomodoro e, soprattutto, per l’utilizzo dei pistilli di zafferano del Conero. A questa squisita specialità è dedicata “La settimana del brodetto”, che si tiene nella prima settimana di giugno, alla quale aderiscono tutti i ristoranti locali.

Fonte: faro di Roma

Tra i dolci, il “Pà nuciatu” viene preparato in autunno con pecorino, parmigiano, pepe, noci e uvetta, e poi “le beccute”, a base di polenta avanzata mescolata a fichi secchi, o noci e mandorle, “le fave dei morti”, tipici amaretti del mese di novembre, e gli “sciughetti”, a base di farina gialla, mosto di vino, noci tritate e semi di zucca.

Fonte: Centro pagina

Il territorio è attraversato da una serie di piste ciclabili che collegano la passeggiata pedonale, Santa Maria di Potenza e il fiume Potenza, fino alla sponda sud e alla sponda nord. Per soggiornare a Porto Recanati c’è l’imbarazzo della scelta tra hotel di tutti i livelli, case vacanze al mare e b&b.

Immagine di copertina: Beach Searcher

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close