Search

Santo Stefano in Italia: culto, origini e tradizione 

Il 26 dicembre si celebra la festività dedicata al primo martire della cristianità

La giornata che segue il Natale è dedicata alla celebrazione di una figura importante per la storia della chiesa cattolica. Si tratta di Santo Stefano il primo martire della cristianità. Italian Tradition vi porta alla scoperta di questo protagonista della Cristianità e della sua storia. Inoltre vi parliamo del significato di questa festività e di come viene intesa e partecipata in Italia.

Chi è santo Stefano?

Quale protomartire della Cristianità, Santo Stefano viene ritenuto uno dei santi più importanti delle Chiese Cattolica ed Ortodossa. Secondo quanto contenuto all’interno del Nuovo Testamento la sua morte sarebbe avvenuta intorno al 33 D. C. a seguito dell’accusa avanzata dagli ebrei ellenici, e della condanna alla lapidazione. Questo avvenimento è descritto nei capitoli 6 e 7 dell’Atto degli Apostoli dove viene narrata la sua vita. Il Santo viene oggi venerato sia dalla chiesa cattolica che da quella ortodossa che però lo celebra il giorno successivo.

La sua storia

Sempre dagli Atti degli Apostoli, apprendiamo che gli venne affidato il Ministero Diaconale, e quindi l’incarico di diffondere la fede e sedare le controversie tra le comunità religiose. Insieme a Stefano, vennero ordinati Diaconi anche i discepoli Procoro, Filippo, Timone, Nicola di Antiochia e Parmenas.

Si riconosce infatti a Santo Stefano una particolare abilità nel convertire alla fede di Gesù gli ebrei della diaspora, che tuttavia non impedì agli ebrei elllenici di vedere in lui un nemico e ad accusarlo di blasfemia. Con accuse pretestuose, venne quindi accusato, condannato e condotto a morte per lapidazione.

La morte di Santo Stefano è avvenuta con tutta probabilità nel periodo appena successivo alla deposizione di Ponzio Pilato. Originariamente conservate a Gerusalemme, furono prelevate dai Crociati che, al loro ritorno dalla Terra Santa, le hanno sparse in tutta Europa. Reliquie di gran valore, dato che, all’epoca, era credenza comune che toccare tali reliquie avrebbe consentito il verificarsi di un miracolo.

Come mai in Italia è vacanza?

Il motivo principale per cui il giorno di Santo Stefano costituisce, in Italia e non solo, festa civile e religiosa, deriva dalla Chiesa Cattolica che ne ha stabilito la data in relazione alla istituzione dei “Comites Christi” cioè dei primi che resero testimonianza diretta del martirio di Cristo.

Oltre al significato religioso, la giornata rappresenta una estensione delle festività natalizie, che dà modo di avvicinare parenti e amici non incontrati a Natale, e magari riprendersi dagli strapazzi del giorno precedente.

La figura di Santo Stefano è ben presente nella cultura e nella tradizione di diversi paesi, tanto che il 26 Dicembre è considerata festiva anche in

  • Austria
  • Germania
  • Irlanda
  • Croazia
  • Serbia
santostefano-italiantraditions

In Italia la festa di santo Stefano viene tradizionalmente dedicata alla famiglia. Infatti in molte religioni italiane si è soliti riunirsi il 26 dicembre per il pranzo o la cena. In genere il menù è più leggero rispetto a quello del giorno precedente e anche ad altre festività. Se volete scoprire alcuni prodotti tipici del Natale vi consigliamo di leggere anche questo articolo. Ora che conoscete la festa di Santo Stefano non vi rimane che celebrarla.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close