Search

Il Re Sorapiss e la leggenda del lago di Misurina

Il Lago di Misurina, un lago naturale nel Cadore, in provincia di Belluno nel Veneto. Si trova nell’estremo nord Italia, nella frazione di Auronzo di Cadore a ben 1754 metri sul livello del mare. Profondo 5 metri, il suo clima lo rende adatto a chi soffre di difficoltà respiratorie e, infatti, accoglie il solo centro in Italia predisposto per curare l’asma dei bambini.

Si tratta di un lago interessante da visitare, la cui vista dà sulle montagne e in particolare sulle famose Tre Cime di Lavaredo. Le sue acque hanno bagliori naturali bellissimi ma nascondono anche la storia di un grande amore di un padre verso la propria figlia.

Lago di Misurina

Il Lago di Misurina: lo specchio magico della fata

Misurina era figlia del re Sorapiss, che governava nelle zone del lago. Aveva un temperamento vivace, forse dovuto alla perdita della mamma, e il padre cercava quindi di ignorarla.

Fu per questo che il re acconsentì ad accompagnare Misurina sul monte di Cristallo, dove la bambina – che aveva ancora 8 anni – aveva sentito parlare di una fata e di uno specchio magico capace di leggere i pensieri di chiunque riflettesse.

Lago di Misurina
Fonte: Dove Viaggi

Il Re Sorapiss, quindi, la accompagnò dalla fata del Monte Cristallo, l’unica che avrebbe potuto darle lo specchio. Anche la fata era restia ad accontentare la Principessa, e cercò a lungo di dissuadere la Principessa Misurina dal suo intento, ma vedendo quanto era affranto il padre Sorapiss decise di accontentare la ragazza ponendo però una condizione molto pesante. Sperava infatti potesse farla desistere dal suo intento per amore del padre.

La fata chiese al Re Sorapiss in cambio dello Specchio delle Fate, di essere trasformato in una montagna per salvare dal sole battente il suo bellissimo giardino di fiori sul monte Cristallo. Il Re per amore della figlia accettò lo scambio.

Sarebbe diventato un monte purchè sua figlia Misurina avesse lo specchio. La principessa egoista pur sapendo del patto tra Re Sorapiss e la Fata, prese felice il suo specchio e non si accorse che il padre si stava trasformando in una montagna, grande e ricca di alberi e crepacci, il monte Sorapiss.

La leggenda del Lago di Misurina
Fonte: Si Viaggia

Misurina si accorse improvvisamente di trovarsi in alto, sulla montagna che era stata suo padre e, rivolgendo lo sguardo in basso, fu colta da un capogiro e precipitò nel vuoto.

Il re Sorapiss, nei suoi ultimi istanti di vita, dovette così assistere impotente alla tragica morte di sua figlia, sicché dai suoi occhi ancora aperti sgorgarono così tante lacrime da formare due ruscelli, i quali si raccolsero a valle formando un immenso lago, che prese il nome di Misurina.

Lo specchio, cadendo, si infranse tra le rocce e i frammenti furono trascinati a valle dai ruscelli di lacrime del re, dove ancora oggi danno riflessi multicolori e che rendono ancora oggi il Lago di Misurina un luogo unico al mondo.

Lago di Misurina
Fonte: Turismo.it

Quando visitare il lago di Misurina?

Il periodo migliore per visitare il lago è tra la stagione primaverile ed estiva; naturalmente questi sono anche i mesi nei quali si trova più gente.  Il colore del lago di Sorapis durante il periodo estivo e primaverile è di un azzurro intenso che fa sognare tutti coloro che lo raggiungo. La cosa bella che spesso il colore cambia a seconda del clima e del cielo passa dal blu intenso al celeste chiaro.

Lago di Misurina
Fonte: Dove Viaggi

Le escursioni più belle da fare al lago di Misurina

  • Cascate di Fanes : La Cascata di Fanes è alta oltre 90 metri, è in assoluto la più alta delle Dolomiti, si getta nel Rio Trevenanzes e per raggiungerla ci sono percorsi ben segnalati di diversa difficoltà. Da non perdere assolutamente è una visita alla Città di Cortina d’Ampezzo.
cascate dolomiti
  • Via Ferrata Ivano Dibona : La Via Ferrata Ivano Dibona è un’escursione molto lunga ma è di media difficoltà e vi porterà alla scoperta di testimonianze indelebili riconducibili alla Prima Guerra Mondiale. Il punto di partenza di questo meraviglioso percorso si trova nel parcheggio degli impianti di risalita del Monte Cristallo che si trova sulla strada che collega Cortina d’Ampezzo con il Passo Tre Croci, la “camminata” dura più di sei ore quindi consigliamo di munirvi di acqua, cibo e attrezzatura adatta.
Fonte: Alpinschule Dreizinnen

Ovviamente la cosa più classica e anche goduriosa è portarsi il pranzo al sacco, quindi dei bei panini da potersi gustare in riva al lago. Con un panorama come quello di Misurina, non riesco a immaginare un pranzo più suggestivo.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close