Search

Caratteristiche e proprietà nutrizionali delle acque minerali italiane

L’Italia è il primo paese in Europa per numero di fonti di acqua minerale, per la qualità e diversità oligominerale delle sorgenti grazie alla particolare morfologia del Belpaese. Infatti, l’Italia oggi è divenuta tra i maggiori consumatori e produttori di acque minerali italiane al mondo ed ogni anno vengono prodotti oltre 12 miliardi di litri di acqua.

Cosa sono le Acque Minerali?

Il decreto legislativo numero 105 del 25 gennaio 1992 stabilisce il significato del termine acque minerali naturali come segue: “Sono considerate acque minerali naturali le acque che, avendo origine da una falda o giacimento sotterraneo, provengono da una o più sorgenti naturali o perforate e che hanno caratteristiche igieniche particolari e proprietà favorevoli alla salute“.

Secondo il decreto legislativo italiano le acque minerali commerciabili possono essere divise in varie categorie:

  • acque minimamente mineralizzate: il residuo fisso è inferiore a 50 mg/l;
  • acque oligominerali (o leggermente mineralizzate): il residuo fisso è compreso tra 50 e 500 mg/l;
  • acque minerali: il residuo fisso è compreso tra 500 e 1500 mg/l;
  • acque ricche di sali minerali: il residuo fisso è superiore a 1500 mg/l.

Esistono poi altre categorie di acque minerali, sempre previste dal decreto, legate alla concentrazione di specifici sali minerali:

  • contenente bicarbonato, se il bicarbonato è superiore a 600 mg/l;
  • solfata, se i solfati sono superiori a 200 mg/l;
  • clorurata, se il cloruro è superiore a 200 mg/l;
  • calcica, se il calcio è superiore a 150 mg/l;
  • magnesiaca, se il magnesio è superiore a 50 mg/l;
  • fluorata, se il fluoro è superiore a 1 mg/l;
  • ferruginosa, se il ferro bivalente è superiore a 1 mg/l;
  • acidula, se l’anidride carbonica libera è superiore a 250 mg/l;
  • sodica, se il sodio è superiore a 200 mg/l;
  • indicata per le diete povere di sodio, se il sodio è inferiore a 20 mg/l;

Le Acque Minerali italiane

Secondo dati recenti, nel Belpaese sono commercializzate oltre 300 marche di acque minerali italiane. Ognuna con una propria storia, con caratteristiche organolettiche tipiche e con proprietà e virtù nutritive e salutistiche diverse.

Scopriamo insieme le marche d’acqua più conosciute e presenti nel territorio nazionale!

Acqua Lete

Lete è l’acqua minerale effervescente naturale più venduta in Italia. Le sorgenti di acqua Lete sono situate nell’appennino meridionale, ai confini tra Campania e Molise. E’ considerata un’acqua minerale dalle caratteristiche uniche, in quanto ha un ridotto contenuto di sodio (5,1 mg/l) e apporta bicarbonati e calcio.

A quest’acqua sono attribuite capacità digestive, diuretiche e benefiche per lo sport. Queste caratteristiche sono state verificate da studi scientifici condotti presso prestigiose Università Italiane e pubblicati su importanti riviste scientifiche internazionali, validate da autorizzazioni del Ministero della Salute e conformi alla normativa di riferimento delle acque minerali.

acqualete

Acqua Ferrarelle

L’acqua Ferrarelle nasce dalle falde del vulcano spento di Roccamonfina, in provincia di Caserta. Ferrarelle infatti esplode in superficie dopo un lungo viaggio sottoterra di 15 km. Le rocce e le aree boschive permettono all’acqua di arricchirsi di svariati elementi e di formare la sua composizione chimico – fisica e i suoi valori nutrizionali.

ferrarelle-italiantraditions
La Cucina Italiana

Tra le acque minerali italiane, questa è ricca di calcio, minerale fondamentale per proteggere le ossa e grazie al suo contenuto equilibrato di sodio e potassio permette di migliorare la contrazione muscolare e di regolare la pressione sanguigna nel corpo. Infine, la sua naturale effervescenza aiuta a stimolare il corretto funzionamento digestivo andando ad agire proprio sullo stomaco e sull’intestino.

Acqua Gaudianello

L’acqua Gaudianello nasce sulle pendici del monte Vulture un antico vulcano inattivo da 130.000 anni situato in Basilicata. Durante un lungo viaggio nel sottosuolo, la pioggia viene filtrata attraverso i tufi vulcanici ed acquisisce i Sali minerali e gli oligoelementi attraverso il naturale scorrimento tra le rocce sotterranee.

Tra tutte le acque minerali italiane, la Gaudianello è perfetta per stimolare le attività digestive in quanto è effervescente ed è adatta agli sportivi perché è anche ricca di potassio e di calcio che sono essenziali per l’organismo in quanto regolano la pressione sanguigna, la contrazione muscolare e favoriscono la salute delle ossa.

gerundosrl

Acqua Levissima

L’acqua Levissima sgorga in Valtellina, nel cuore delle Alpi Centrali, ed è imbottigliata nello stabilimento di Valdisotto, in provincia di Sondrio. L’acqua proviene dallo scioglimento dei ghiacciai perenni e delle nevi invernali si infiltra in profondità attraverso le fratture presenti nel basamento cristallino-siliceo. La tipica leggerezza dell’acqua Levissima è legata strettamente alla composizione mineralogica delle rocce che costituiscono il suo bacino sotterraneo.

Ha un residuo Fisso di 80,5 mg/L, che la classifica come acqua oligominerale. Grazie al suo basso contenuto di sali, è indicata per chi segue un’alimentazione povera di sodio. Può avere effetti diuretici e favorire l’eliminazione urinaria dell’acido urico.

levissima

Acqua San Benedetto

Nel 1956 nasce il primo stabilimento del Gruppo San Benedetto per l’imbottigliamento delle acque minerali di Scorzé, Fonte San Benedetto e Fonte Guizza, in provincia di Venezia, nel cuore del Parco del Sile.

L’acqua San Benedetto è diuretica e povera di sodio permettendo di contrastare i sintomi provocati da calcoli renali e dalla ritenzione idrica. Facilita l’espulsione di liquidi e residui in eccesso dal corpo tramite le vie urinarie in modo naturale. Ottima da far assumere per i bambini grazie alla sua leggerezza e purezza di sali minerali che soddisfa il loro fabbisogno giornaliero, accompagnata da una dieta sana ed equilibrata.

Acqua Panna

acquapanna-italiantraditions
Beverfood

Storica acqua le cui sorgenti si trovano sulle colline ricche di vegetazione in Toscana a 900 metri d’altezza. Grazie alla sua leggerezza soddisfa in pieno le loro esigenze alimentari se affiancata con un’alimentazione altrettanto equilibrata e sana. Può essere comunque bevuta giornalmente da tutti.

Acqua Norda

L’acqua Norda percorre un lungo viaggio partendo dalle Alpi Centrali Lombarde, correndo lungo le Piccole Dolomiti, fino ad arrivare sul dorsale dell’Appennino Tosco Emiliano. Grazie al suo percorso unico nel sottosuolo, Norda acquisisce naturalmente sali minerali ed importanti oligoelementi di origine montana.

È povera di sodio e favorisce la diuresi aiutando ad espellere i liquidi e i residui eliminando i sintomi provocati dai calcoli renali e dalla ritenzione idrica. Perfetta anche per ristabilizzare il rapporto di calcio e potassio nel corpo, sempre se affiancata con una dieta specifica.

gentlebrand

Immagine Copertina : istud

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close