Search

Le Tre Cime di Lavaredo

“Sono pietre o sono nuvole? Sono vere oppure è un sogno?” Così Dino Buzzati descriveva con poetica sensibilità le Dolomiti, e non a torto. Spesso considerate da alpinisti ed esperti le montagne più belle del mondo, queste montagne sono un vero tesoro naturale e nazionale del Belpaese: dal 2009 patrimonio mondiale dell’Unesco, le Dolomiti sono un insieme di gruppi montuosi delle Alpi Orientali, al confine tra il Veneto e il Trentino-Alto Adige.

tre cime di lavaredo - italian traditions

Di tutte le incantevoli e allo stesso tempo imponenti cime che compongono il massiccio, sicuramente le Tre Cime di Lavaredo sono tra le più famose, e proprio per la loro particolarità sono considerate tra le meraviglie naturali più amate dagli alpinisti di tutto il mondo.

Enormi e maestose, le Tre Cime paiono gigantesche dita di pietra che nascono direttamente dalla terra, stagliandosi solitarie nell’immenso cielo d’ Italia. Cima Grande (2999 di altitudine), Cima Ovest (2973) e Cima Piccola (2857), così sono chiamati questi tre eterni obelischi che costituiscono ormai il vero e proprio simbolo delle Dolomiti.

La storia della prima scalata di queste signore della montagna risale addirittura al 1869, quando il viennese Paul Grohmann, impressionato dall’imponenza di questi massicci, decise di salire sulla vetta della Cima Grande. Parlando con le persone del luogo scoprì che un altro alpinista, Franz Innerkofler, aveva già perlustrato la zona e scoperto una via per conquistare la cima. Il 21 agosto quindi i due, insieme all’austriaco Peter Salcher, dopo 2 ore e 55 minuti conquistarono per la prima volta la maggiore delle tre punte.

tre cime di lavaredo - italian traditions

Negli anni successivi nell’area si espanse il turismo escursionistico, che fu però radicalmente bloccato dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale. Fronte di guerra tra il 1915 e il 1917 (a testimoniarlo rimangono trincee e gallerie), le Tre Cime di Lavaredo rimasero semplici pareti rocciose per anni, splendide unicamente da osservare da lontano. Solo nel 1933 le discussioni di alcuni scalatori sulla ricerca di una via risvegliarono nella guida triestina Emilio Comici la smania di tentare, contro ogni ragionevolezza umana, proprio la scalata della ancora vergine parete Nord della Cima Grande. Nonostante le difficoltà e diversi tentativi, il 14 agosto delle stesso anno lo scalatore riuscì a registrare la sua nuova via nel libro di vetta della Cima Grande, scrivendo così la sua parte di storia dell’alpinismo.

tre cime di lavaredo - italian traditions

Ma storia e arrampicata a parte, la fama delle Tre Cime di Lavaredo attira tutti gli anni moltissimi visitatori, attirati dalla possibilità di ammirare questo spettacolo naturale, con il sole che al tramonto tinge di rosso fuoco le immortali pareti rocciose, e che pare a tratti quasi finto, troppo perfetto e idilliaco per essere reale. Invece tutto questo esiste, ovviamente nel Belpaese.

Chi ha detto che per sognare occorre chiudere gli occhi non è mai stato nel Belpaese. Concediti un viaggio meraviglioso tra gli incantevoli scenari d’Italia e lasciati coccolare dalle attenzioni esperte dei professionisti del lusso. Che sia estate o inverno, è sempre il momento giusto per regalarsi una vacanza da fiaba.
Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close