Search

Il canale dei Buranelli di Treviso, un’opera d’arte a cielo aperto

Il canale dei Buranelli di Treviso

Una delle città italiane più suggestive si trova al Nord, precisamente in Veneto: si tratta di Treviso, chiamata anche “Piccola Venezia“, una città piena di canali fra cui il Buranelli, che creano un’atmosfera quasi magica. Vediamo quindi come nascono questi canali e cosa c’è da vedere a Treviso!

Appartamenti in vendita Treviso: ecco perchè acquistarli
engelvoelkers

Buranelli, scopriamo cos’è

Forse avrai sentito parlare del famoso canale Buranelli, detto anche canale Medio ovvero una delle ramificazioni del fiume più importante di Treviso, il Botteniga. Il corso d’acqua prende il nome da una famiglia di importanti commercianti dell’isola di Burano, ovvero i Buranelli: si tratta di uno dei luoghi più belli e romantici d’Italia, molto amato dai trevigiani e si trova nel pieno centro storico della città. Il canale Buranelli a Treviso è molto famoso in quanto, oltre allo splendido panorama che offre, sul ponte pedonale vi si trovano diversi negozi e ristoranti dove è possibile gustare i piatti tipici locali.

Un’altra curiosità legata al Buranelli è che sulla sponda opposta rispetto al ponte pedonale, si trova un’opera realizzata da Mario Martinelli, dedicata alla famiglia Buranelli e a pochi passi anche la casa del famoso poeta Giovanni Comisso. Il corso d’acqua del Buranelli prosegue scorrendo in tutta la città, fra palazzi d’epoca medioevale e rinascimentale, vicino ponti e mulini fino all’ex ospedale Santa Maria dei battuti per infine sfociare nel Sile, ovvero l’altro importante fiume della città. Se vuoi vedere questa perla della città di Treviso, per raggiungerla basterà camminare circa una ventina di minuti dalla stazione, circa un chilometro a piedi e servirà semplicemente seguire le indicazioni che puoi trovare facilmente in tutti i navigatori satellitari.

Treviso - Buranelli | JuzaPhoto
juzaphoto

Cosa vedere a Treviso

Se il famoso Buranelli ti ha incuriosito, ti piacerà sicuramente sapere che la città di Treviso offre comunque diverse altre attrazioni da visitare. Fra queste vi è la piazza dei Signori, caratterizzata da un’architettura risalente all’epoca romana che presenta tre importanti palazzi caratteristici ovvero il Palazzo dei Trecento, la Torre Civica e il Palazzo del Podestà. Dalla piazza  dei Signori è possibile procedere verso il Duomo di Treviso, conosciuto anche come cattedrale di San Pietro Apostolo una chiesa dallo stile romanico e con delle maestose colonne ioniche all’ingresso.

Un’altra delle attrazioni più curiose da visitare a Treviso è la cosiddetta fontana delle Tette, ovvero un’opera commissionata da Alvise Da Ponte e il cui autore è sconosciuto, formata da un busto in cui dal seno sgorga l’acqua: non tutti sanno che la statua che si trova all’esterno è in realtà un’imitazione e quella originale si trova all’interno del Palazzo dei Trecento. La storia racconta che questa statua veniva utilizzata in momenti particolari, come l’elezione del nuovo sindaco della città: ogni volta infatti si faceva sgorgare del vino rosso da uno dei seni e vino bianco dall’altro, per festeggiare l’evento.

fontana delle tette e del radicchio rosso - Prelibata | Percorsi nel Gusto
prelibata

Leggende della città di Treviso

Come avrai capito, la città di Treviso con i suoi fiumi ed il Buranelli, è circondata da acque e paludi: vi sono diverse leggende che si tramandano da tempo soprattutto su quest’ultime. Fra le varie storie una delle più curiose racconta che era solita comparire fra le paludi una testa di cavallo fiammeggiante: questo strano episodio arrivò alle orecchie di Coccolo, un uomo famoso proprio per il suo coraggio. Si narra che egli andò nella palude ed il giorno successivo affermò di non temere nessuno ma che non sarebbe mai più tornato nelle paludi.

Sicuramente si era imbattuto in una sorta di “magia” adesso spiegata dalla scienza, ovvero i fuochi fatui: questo fenomeno si verifica principalmente nelle paludi e nei cimiteri ed è probabilmente dovuto all’emissione della luce proveniente dai gas prodotti durante la decomposizione della materia organica. Questo fenomeno ai tempi non era affatto conosciuto ed è proprio per questo che si sono create diverse storie e leggende in merito. Adesso che sai cos’è il Buranelli, quali monumenti visitare a Treviso e anche alcune leggende del luogo, cosa aspetti a preparare la valigia per organizzare il tuo fantastico viaggio in questa città?

Immagine di copertina: ohga

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close