Search

Il cammino dei briganti, trekking tra Abruzzo e Lazio

Il Cammino dei Briganti è un percorso in trekking tra Abruzzo e Lazio, nella cornice dell’Appennino Centrale, che attraversa una natura selvaggia ed incontaminata, affrontando vecchie mulattiere e calandosi nell’atmosfera dei borghi medievali.

Fonte: Mescalina Blog

Ma è anche un percorso di confine: il confine nella Storia d’Italia, quando i Sabaudi entrarono nel Regno delle Due Sicilie, nel percorso verso l’unificazione; il confine geografico tra il Regno delle Due Sicilie e lo Stato Pontificio, dove i briganti si spostavano da una parte all’altra a cavallo, combattendo i nuovi arrivati; il confine sfumato tra giustizia ed ingiustizia, tra la clandestinità scelta da chi non poteva permettersi le nuove tasse ed i rapimenti e soprusi, fatti e subiti.

Fonte: Ostello Casa Bella

Il Cammino dei Briganti è un sentiero ad anello di 100 km, diviso in 7 tappe in questa versione a piedi (ma percorribile anche in bicicletta), sulle orme dei Briganti della Banda di Cartore. Siamo nella natura non addomesticata della Val del Varri, la Valle del Salto e le pendici del Monte Velino, una terra selvaggia e che ci offre di continuo scorci meravigliosi. Lungo il percorso ci si mantiene ad una quota media (tra gli 800 ed i 1300 metri).

Fonte: Mescalina Blog

Nonostante l’itinerario sia facilmente percorribile ed attrezzato nei vari posti tappa, manca una continua segnaletica, per cui è importante seguire i tracciati gpx proposti.

Fonte: Wikipedia

Tappa 1: Da Sante Marie a Santo Stefano, nei boschi della Marsica

Il Cammino dei Briganti è un percorso in trekking tra Abruzzo e Lazio, nella cornice dell’Appennino Centrale, che attraversa una natura selvaggia ed incontaminata, affrontando vecchie mulattiere e calandosi nell’atmosfera dei borghi medievali.

Fonte: Si Viaggia

Tappa 2: Da Santo Stefano a Nesce, nel selvaggio Cicolano

La seconda tappa del trekking lungo il Cammino dei Briganti riparte da Santo Stefano. I primi 6 km trascorrono procedendo in piano o su leggere discese e, superando il confine tra Abruzzo e Lazio, portano nella Val de Varri, luogo incontaminato e poco frequentato dai flussi turistici.

Fonte: Luaround

Tappa 3: Da Nesce a Cartore, attraverso la Riserva Naturale Montagne della Duchessa

Il Cammino dei Briganti riparte dal borgo di Nesce alla volta di Cartore, con un trekking alle pendici del Monte Velino. Si scende il fiume Salto, camminando a fianco del suo corso per un tratto. L’itinerario prosegue sotto al Monte Rose fino alla frazione di Spedino, passando vicino all’antico comune di Borgorose: siamo nella zona sud della Riserva Naturale Montagne della Duchessa, dal panorama appenninico e rilievi calcarei incisi da valli profonde, col Lago della Duchessa che ne fa da gioiello paesaggistico.

Fonte: E Borghi

Tappa 4: Trekking ad anello da Cartore al Lago della Duchessa

La quarta tappa in trekking è l’unica ad essere ad anello. L’itinerario si addentra tra le cime più alte della Riserva “Montagne della Duchessa”, il Monte Morrone ed il Murolungo, salendo dai 950 metri di Cartore ad un’altitudine di 1800 metri, dove si trova il vero gioiello di questo tratto: il Lago della Duchessa. Qui, nel tipico paesaggio appenninico, le pecore pascolano serene nel verde dei prati, accompagnate dai pastori.

Fonte: Wikipedia

Tappa 5: Da Cartore a Rosciolo, sulle pendici del Monte Velino

La quinta tappa del Sentiero dei Briganti è una passeggiata piuttosto breve, che da Cartore entra rapidamente in Abruzzo, risalendo al Passo delle Forche ai piedi del Monte Velino, nell’omonima Riserva Naturale. Si può poi scendere fino alla pittoresca Chiesa di Santa Maria in Valle Porclaneta, situata in una zona appartata alle pendici del Monte Velino. Di origine benedettina, l’edificio è uno degli esempi più interessanti di arte romanica abruzzese, con influenze arabo-ispaniche, bizantine e longobarde.

Fonte: Trips in Italy

Tappa 6: Da Rosciolo a Casale le Crete, vicino ai borghi della Marsica

La sesta tappa parte dal paese di Rosciolo, un borgo medievale costruito sulla cima di un colle calcareo della Marsica. Da qui il sentiero, prima sterrato poi asfaltato, scende tra case in pietra e vicoli, procedendo verso il Magliano de’ Marsi, bellissimo borgo costruito in prossimità del fiume Salto.

Fonte: Trips in Italy

Tappa 7: Da Casale Le Crete a Sante Marie, lungo la Valle dell’Imele

Da Casale Le Crete, nel comune di Tagliacozzo, inizia l’ultima tappa del Sentiero dei Briganti, che chiude l’anello e riporta i viaggiatori a Sante Marie, punto di partenza dell’intero itinerario.

Fonte: Wikipedia

Immagine di copertina: Blog di Viaggi L’Ovest

1 comment

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close