Search

5 laghi italiani da scoprire e ammirare

Acque e suggestioni. Gioielli di rara bellezza circondati da una lussureggiante vegetazione, monti, campagna e antichi borghi medievali, tra antichi sapori e prodotti tipici. Tra i laghi italiani ci sono specchi d’acqua verdissimi e del colore del cielo, e se siete stanchi della solita vacanza al mare, quale migliore occasione per scoprire paesaggi di rara bellezza dove poter respirare aria pulita e godere del relax più assoluto? Italian Traditions vi propone 5 laghi da scoprire tra Lombardia, Alto Adige, Toscana, Calabria e Lazio!

Lago di Carezza

Il lago si trova in Trentino Alto Adige, nella fitta foresta ai piedi del gruppo montuoso del Latemar. In lingua ladina viene chiamato Lec de Ergobando, Lago dell’arcobaleno, per i suoi meravigliosi colori riflessi nella luce del sole. Secondo una leggenda, nelle profondità del lago viveva una meravigliosa sirenetta della quale si era innamorato il mago Masarè. Per conquistare il suo amore, la strega Lanwerda consigliò al mago di travestirsi da venditore di gioielli e di creare con questi un arcobaleno che andasse dal Catinaccio fino al Latemar. Il mago seguì il consiglio dimenticandosi, però, di travestirsi. La sirenetta lo vide e da quel momento si immerse per sempre nelle acque del lago. Il mago fu così infuriato che buttò tutti i gioielli e i pezzi dell’arcobaleno nel lago. E proprio per questo, ancora oggi brilla magicamente in tutti i colori dell’arcobaleno. Il lago è privo di immissari visibili, ma viene alimentato da sorgenti sotterranei che portano l’acqua dalle cime del Latemar. Il livello d’acqua, quindi, varia di continuo e soprattutto a seconda delle stagioni. (Per saperne di più, clicca qui)

Lago d’Iseo

Rara bellezza dalle meravigliose sfaccettature su cui si riflette l’azzurro del cielo e il rosso dei tramonti estivi. Non un gioiello, ma un lago, quello d’Iseo, situato in Lombardia, tra Bergamo e Brescia.  Frequentato generalmente durante tutto l’anno, vive la sua stagione turistica da maggio a settembre, periodo in cui si organizzano numerose manifestazioni. Qui si praticano diverse attività sportive: nuoto, pesca, windsurfing e attività subacquee e veliche. Essendo ricco di trote e di lucci, il lago favorisce la pesca lacustre. Sulle sue rive si produce anche un ottimo olio di oliva con notevoli caratteristiche organolettiche. Le mete che vi consigliamo sono Predore, Riva di Stolto, Lovere e il Bögn di Zorzino. E se siete amanti del birdwatching, vi suggeriamo di raggiungere la Riserva delle Torbiere, uno dei più bei paradisi europei! (Per saperne di più, clicca qui)

Lago di Gramolazzo

Lago balneabile delle Alpi Apuane, è situato presso l’omonimo paese nel comune di Minucciano, in provincia di Lucca. Siamo nella regione storica della Garfagnana, una zona prevalentemente montana caratterizzata da mete naturalistiche e storico culturali uniche. Di origine artificiale, il lago è stato creato nella seconda metà del 1900, insieme al famoso lago di Vagli, dalla SELT Valdarno per l’utilizzazione idroelettrica del fiume Serchio e dei suoi affluenti. Sul lago sono presenti alcune strutture turistiche, come ad esempio un campeggio, un albergo e alcuni ristoranti; durante i mesi estivi, infatti, è possibile la balneazione nei pressi di alcuni arenili sabbiosi presenti sulle sponde del lago. (Per saperne di più, clicca qui)

Lago di Bolsena

Situato in provincia di Viterbo, con i suoi 115 km² di ampiezza, rappresenta il bacino vulcanico più esteso d’ Italia. Nel lago sono presenti due isole di origine vulcanica, Martana e Bisentina, che sorgono a pochi metri dalla linea di costa. Sulle sponde del lago troviamo ben cinque borghi dai tratti tipicamente medievali.  Da questo punto di vista, il lago rappresenta una forte risorsa economica e culturale sia per il circondario che per i turisti. Presso le pescherie locali è possibile reperire del pesce fresco d’acqua dolce tipico del lago come il coregone, la tinca e il luccio. Da qui si sono sviluppate innumerevoli attività gastronomiche che propongono diverse specialità di pesce sia dolce che salato. Da provare, la sbroscia, un’ottima zuppa di pesce molto apprezzata anche dai turisti. Tra i borghi più caratteristici, vi consigliamo Bolsena, Montefiascone, Gradoli, Marta e Capodimonte. (Per saperne di più, clicca qui)

Lago di Cecita

Detto anche Mucone – dal nome del suo maggiore immissario – è un lago artificiale realizzato per la produzione di energia elettrica, situato in provincia di Cosenza sulla Sila Grande. Il lago di Cecita custodisce un immenso patrimonio archeologico venuto alla luce alcuni anni fa. I ritrovamenti hanno proiettato la storia antica della Calabria in uno scenario nuovo, ancora da indagare, per conoscere i protagonisti e le attività della preistoria calabrese in un contesto naturale di rara bellezza e ricchezza. Nel 2004, infatti, furono scoperti importantissimi reperti in tutta la Valle del Mucone. Attraverso gli scavi è stato possibile riportare alla luce i resti di una civiltà che abitava la zona già nel Paleolitico antico. Il lago, che oggi è artificiale ed esiste dal secolo scorso, esisteva probabilmente anche nel periodo a cui si riferiscono i ritrovamenti. (Per saperne di più, clicca qui)

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close