Search

Un viaggio dietro le quinte del Teatro alla Scala: i Laboratori Ansaldo

I Laboratori Ansaldo del Teatro alla Scala di Milano sono letteralmente il “dietro le quinte” di ogni spettacolo teatrale o musicale tenuto alla Scala. Si tratta infatti di enormi laboratori creativi, all’interno dei quali è possibile osservare numerosi artisti; dagli scenografi ai costumisti, dai truccatori agli operatori tecnici. Ogni spettacolo, prima di essere portato in scena, passa al vaglio di una serie infinita di figure che non compaiono sul palco ma che sono fondamentali per la buona riuscita delle rappresentazioni. E’ possibile visitare i Laboratori Ansaldo su prenotazione.

Il Teatro alla Scala di Milano è certamente uno tra i teatri più rilevanti del panorama artistico italiano, assieme al famosissimo Ariston, sede del festival di Sanremo. Al suo interno hanno vita di stagione in stagione rappresentazioni teatrali e musicali, che vanno dal dramma alla commedia, passando per la lirica e per la musica contemporanea. Peccato che teatro non sia soltanto attori e copioni ma, anzi, sia un incantevole connubio tra scenografie, costumi, trucchi, luci e arte. E’ dietro le quinte che avviene infatti un buon 80% di ciò che consente di dar vita agli spettacoli veri e propri. Nel caso del Teatro alla Scala, il dietro le quinte è rappresentato dai Laboratori Ansaldo. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Il Teatro alla Scala di Milano: cenni storici

Il Teatro alla Scala di Milano sorge nel 1778 nei pressi della chiesa di Santa Maria della Scala. Il teatro venne costruito su progettazione dell’architetto Giuseppe Piermarini in seguito alle circostanze misteriose che, nel 1776, avevano visto incendiarsi il Teatro Regio Ducale, storico teatro cittadino. In pieno agosto, nel 1943, dunque moltissimi anni più tardi, il teatro fu pesantemente danneggiato da alcuni bombardamenti, ma venne riaperto nel 1946. Soltanto in tempi più recenti (tra il 2002 e il 2004), il Teatro alla Scala ha subito un pesante intervento di rinnovamento, con l’aggiunta due nuove torri.

I Laboratori Ansaldo di Milano: cosa avviene al loro interno?

È all’interno dei laboratori Scala Ansaldo del Teatro alla Scala di Milano che si trova il fantastico retroscena dei meravigliosi spettacoli che popoleranno la stagione del balletto, della prosa e dell’Opera. E’ proprio nei laboratori Ansaldo, infatti, che l’alchimia prende vita: è al loro interno che gli scenografi preparano e studiano nel dettaglio le scenografie, i costumisti si occupano della scelta e del confezionamento dei vestiti di scena, e, sempre al loro interno, vengono organizzate la gestione di tempi, luci, sottofondi musicali e molto altro ancora.

Laboratori Ansaldo | Italian Traditions

La visita dei retroscena risulta essere molto interessante soprattutto per gli amanti dell’arte, dal momento che, proprio per via della preparazione delle scenografie, non manca occasione di osservare le maestranze tra cui falegnami, scultori e pittori di fama internazionale all’opera, immersi nel loro lavoro.

Visitare i laboratori Ansaldo del Teatro alla Scala: tutte le info utili

Visitare i laboratori Ansaldo del Teatro alla Scala è un’esperienza unica e interessantissima. Per farlo, tuttavia, è necessaria prenotazione anticipata, dal momento che le visite sono dei veri e propri tour con tanto di guida specializzata. Il tour prevede l’attraversamento di entrambi i padiglioni principali: Padiglione Bonois e Padiglione Caramba, con visita guidata all’interno del magazzino dei costumi. I laboratori sono aperti per i gruppi nei giorni di Martedì e Giovedì e per le visite private solo su richiesta, in base alla disponibilità del calendario. Le visite partono da un minimo di 4 persone fino a gruppi di massimo 20 partecipanti, per i costi dei singoli biglietti vi rimandiamo al sito web ufficiale.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close