Search

ANDREA BOCELLI

Quella di Andrea Bocelli è senz’altro la voce italiana più apprezzata e amata nel mondo da almeno 20 anni. Nato a Lajatico, in provincia di Pisa, Bocelli è diventato sinonimo di italianità e di bel canto a livello internazionale, raccogliendo un enorme successo non solo di immagine ma anche discografico.

Cresciuto nella fattoria di famiglia, studia pianoforte all’età di 6 anni, suona sassofono e flauto, prima ancora di scoprire la vocazione che lo renderà famoso, quella della voce. Ipovedente dalla nascita, Andrea perde completamente la vista all’età di 12 anni. Ma si laurea in Giurisprudenza, e  intanto prende lezioni di canto da Franco Corelli, tenore di straordinaria fama e stella indiscussa dell’Opera.

andrea-bocelli

La sua carriera di cantante inizia nel 1992, quando partecipa a un’audizione per il cantante Zucchero, che sta cercando un tenore con cui incidere il suo Miserere. Il posto sembra essere già assegnato al grande Luciano Pavarotti, ma è proprio quest’ultimo a consigliare a Zucchero di scegliere Andrea Bocelli, considerandolo in assoluto il più adatto a cantare quella canzone. Alla fine, sarà Pavarotti a registrare la canzone, ma Bocelli partirà nella tournée europea di Zucchero, prendendo il posto di Pavarotti. L’anno successivo, il cantante di Lajatico sarà messo a contratto da Caterina Caselli con la sua Sugar, che lo iscrive al Festival di San Remo, dove vincerà a piene mani nella categoria “Nuove Proposte”. E a San Remo torna nel 1994, questa volta tra i Big, proponendo Il mare calmo della sera, per poi uscire con il primo album che gli vale il primo Disco di Platino. Nel ’95 è ancora a San Remo, questa volta proponendo Con te partirò, brano presente nel suo secondo album, Bocelli, che si aggiudica un doppio Disco di Platino. Il passo successivo è la tournée europea, dove canta insieme a Bryan Ferry e Al Jarreau: canta davanti a 500 mila persone, ed è seguito da decine di milioni di spettatori alla tv. Il suo successo diventa planetario, le sue canzoni e i suoi dischi scalano le vette delle classifiche di molti Paesi, in particolare Con te partirò (tre dischi d’oro in Francia). L’album Bocelli conquista 4 Dischi di Platino in Germania, vendendo 2 milioni di copie, 4 nei Paesi Bassi e 2 in Italia. Ma il successo non si ferma qui. Nel 1996 esce l’album Romanza, che – in breve tempo – ottiene il Disco di Platino nella maggior parte dei Paesi dove è stato pubblicato. Due anni dopo, Bocelli si dedica anche al canto classico, pubblicando Aria, un disco “classico”, con cui torna prepotentemente in cima alle classifiche di musica classica, e in seguito Sogno. È così che cresce il suo impegno nell’ambito della lirica, tanto che incide la Tosca di Giacomo Puccini, opera considerata di grande difficoltà tecnica. Cui seguiranno incisioni dedicate a Massenet, Mascagni e Leoncavallo, tra gli altri.

Il percorso musicale e artistico di Andrea Bocelli prosegue così alternando prove in ambito pop alternate a quelle classiche, fino al 2004, data di pubblicazione di Andrea, album che raccoglie brani firmati, tra gli altri, da Maurizio Costanzo, Enrique Iglesias e Lucio Dalla, mentre – nel 2009 – realizza My Christmas, raccolta di melodie natalizie.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close