Search

5 Teatri storici italiani da non perdere

L’Italia è sempre stata la culla dell’arte e della cultura: nel corso degli anni sono stati costruiti diversi teatri storici famosi in tutto il mondo, che hanno ospitato grandi musicisti, ballerini, cantanti e artisti di ogni genere. Ci sono diversi architetti italiani che hanno progettato e costruito alcuni dei più bei teatri storici, quindi scopriamo insieme cosa sono!

1. Teatro Massimo Vittorio Emanuele, Palermo

Il Teatro Massimo Vittorio Emanuele è uno dei più importanti teatri storici del mondo: situato nel capoluogo siciliano, con i suoi 7730 mq è il più grande teatro lirico d’Italia e uno dei più grandi d’Europa. E ‘stato costruito su un terreno dove c’erano la Chiesa e il Monastero delle Stimmate, la Chiesa e il Monastero di San Giuliano e la Chiesa di Sant’Agata.

Costruito nel 1875 dal grande architetto Giovan Battista Filippo Basile e terminato dal figlio, Ernesto Basile, lo stile neoclassico-eclettico è uno dei simboli della città, un meraviglia architettonica da ammirare.

Il teatro fu inaugurato ufficialmente il 16 maggio 1897 con il Falstaff di Giuseppe Verdi, fino a quel giorno mai eseguito a Palermo, sotto la direzione del maestro Leopoldo Mugnon.

Fonte: ArcheoMe

Inizialmente fu costruito per ospitare oltre 3000 spettatori, fino ad oggi ospita fino al 1358: al suo interno si sono svolte molte anteprime, tra cui Barbarina di Gino Marinuzzi e Mimì Pinson di Ruggero Leoncavallo.

Attualmente è uno dei teatri storici italiani da visitare assolutamente: si possono infatti fare visite guidate sia durante i giorni feriali che nei fine settimana, oppure partecipare ad uno degli spettacoli in programmazione che includono non solo opere e balletti ma anche concerti, sperimentazione artistica e tutti i tipi di arti dello spettacolo. Un’altra cosa che pochi sanno è che all’interno del teatro c’è anche il teatro artistico Sartoria, in cui ci sono professionisti in grado di esaltare ancora di più la bellezza delle opere grazie ai tessuti, ai modelli e alla bellezza dei costumi nel loro complesso!

Fonte: Sartoria Artistica Teatrale

2. Teatro alla Scala, Milano


Il Teatro alla Scala di Milano è uno dei teatri storici italiani più famosi al mondo: pochi sanno che fu costruito a seguito di un incendio avvenuto in circostanze misteriose nel 1776 distrusse il Teatro Regio Ducale e lasciò il capoluogo lombardo senza teatro.

Poi l’architetto Giuseppe Piermarini è stato incaricato di costruire un nuovo teatro per volontà di Maria Teresa d’Austria: il teatro alla Scala fu inaugurato nel 1778 dopo due anni di lavoro e oggi rappresenta un vero e proprio tempio dell’Opera.

In stile neoclassico, ospita 6 livelli di palchi e gallerie, con oltre 2000 posti a sedere: nel 1812 fu nominata tra tutti i teatri storici grazie a Rossini, il luogo scelto per le rappresentazioni del melodramma italiano.

Fonte: Get Your Guide

Più tardi nel 1943 il teatro è stato danneggiato a causa dei bombardamenti della Royal Air Force, ma è stato rapidamente ricostruito: tra il 2002 e il 2004 c’è stato un importante restauro e ammodernamento effettuato grazie a Mario Botta.

Tra le composizioni liriche più famose sono state rappresentate ad esempio Il Barbiere di Siviglia, Tancredi, Otello, Norma e ha visto all’opera alcuni dei più famosi artisti tra cui Pavarotti, Verdi, ToscaniniMaria Callas, e Zeffirelli, Carla Fracci e Riccardo Muti.

Fonte: Oggi

3. Teatro Petruzzelli, Bari

Il Teatro Petruzzelli di Bari è tra i più grandi teatri storici di dimensioni e il più grande teatro privato in tutta Europa: inizialmente progettato per ospitare 3500 persone, in seguito la capacità è stata ridotta a 1250.


Situata nel centro della città la storia del teatro inizia quando Antonio e Onofrio Petruzzelli, commercianti e armatori triestini, presentano l’ingegnere progettista Angelo Cicciomessere, loro cognato presso la sede del comune di Bari. Il progetto per la costruzione di un nuovo teatro fu accolto con entusiasmo e nel 1898 iniziarono i lavori per la costruzione dell’opera in stile umbertino: l’interno fu affrescato da Raffaele Armenise e l’inaugurazione avvenne nel 1903 con gli ugonotti di Meyerbeer.

Fonte: Puglia.com

In seguito si sono svolte le grandi “anteprime”: “Ifigenia in Tauride” di Piccini e “I Puritani” di Bellini scritta per Maria Malibran.

Non solo opere: i Petruzzelli ospitano infatti anche concerti, musical, balletti , che hanno visto alcune personalità famose tra cui Frank Sinatra, Liza Minnelli, Eduardo De Filippo, Riccardo Muti, Luciano Pavarotti, Carla Fracci, Ornella Vanoni, Giorgio Gaber e molti altri artisti.


Grazie allo splendore e alla bellezza dei suoi interni, il Teatro Petruzzelli è stato scelto anche tra i teatri storici come set cinematografico da registi tra cui Franco Zeffirelli e Alberto Sordi. Nel 1991 c’è stato un grave incendio doloso che ha minacciato di compromettere per sempre l’attività del teatro: fortunatamente nel 2009, dopo una lunga attività di ricostruzione, il teatro è tornato a brillare.

Fonte: Conoscoop

4. Teatro San Carlo, Napoli

Il Teatro San Carlo nasce nel cuore del capoluogo napoletano: inserito nell’Unesco come Patrimonio dell’Umanità, ha fatto la storia dell’opera italiana.

Fu costruito nel 1737 dagli architetti Giovanni Antonio Medrano e Angelo Carasale per la volontà di re Carlo III di Borbone, al fine di valorizzare Napoli con un teatro che poteva rappresentare perfettamente il potere del regno borbonico. I lavori si conclusero dopo soli otto mesi di lavori che portarono alla costruzione del teatro in stile neoclassico, in grado di ospitare 1386 ospiti e con il primo impianto a ferro di cavallo, sul cui modello furono costruiti anche altri teatri storici italiani. Anche all’interno della sala i colori dominanti sono il rosso fuoco e l’oro, oltre ad essere presente sul palco reale anche lo stemma dei Savoia che ha sostituito il precedente del Regno delle Due Sicilie.

Fonte: Teatro San Carlo

Dall’inaugurazione il San Carlo ha ospitato molte personalità di spicco tra cui Rossini, Donizetti, Mozart, Hyden, Verdi, Händel, Paganini, Bellini e tra i danzatori Fanny Cerrito, Amelia Brugnoli, Carla Fracci , e più recentemente Roberto Bolle, Eleonora Abbagnato.

5. Teatro La Fenice, Venezia

Il gran Teatro La Fenice di Venezia è un edificio con una storia piuttosto complessa: progettato da Gian Antonio Selva e costruito tra il 1790 e il 1792, ha rischiato due volte la distruzione a causa di incendi che l’hanno colpito. Nonostante questi inconvenienti, il teatro, come suggerisce il nome, è stato in grado di risorgere letteralmente dalle proprie ceneri, è stato ricostruito con cura e oggi rimane uno dei teatri storici più belli d’Italia.

La struttura neoclassica è caratterizzata da un pronao con quattro colonne corinzie: ci sono sculture che rappresentano la danza e la musica, costruite da Gian Battista Meduna all’interno delle nicchie. Nel fregio al centro c’è la Fenice, da cui il teatro prende il nome.

Fonte: Fest Fenice

Con una capienza di 1500 spettatori, è uno dei teatri più prestigiosi e per questo motivo ha ospitato importanti artisti tra cui Verdi, Rossini, Bellini,  Donizetti e oggi non solo continua ad ospitare numerosi spettacoli ogni anno ma è anche la sede del Festival Internazionale di Musica Contemporanea.

Il Teatro La Fenice, uno dei teatri storici più belli d’Italia, si trova nel capoluogo veneziano famoso anche per il carnevale caratterizzato da alcune delle più famose maschere teatrali: Chi infatti non ha mai sentito parlare di Colombina, il servo malizioso e Pantalone il mercante anziano?

Fonte: Venezia Help

Come diceva il grande Eduardo De Filippo: “Il teatro non è altro che lo sforzo disperato dell’uomo di dare senso alla vita”.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close