Search

Il Palio di Castelfranco, in Veneto: una tradizione fra storia e folklore

In Italia vi sono numerose tradizioni che si festeggiano nel mese di settembre: una delle più famose è il Palio di Castelfranco. Si svolge nel corso di 3 fine settimana per rievocare e far conoscere ai più il glorioso passato degli antichi abitanti del paese di Castelfranco, in provincia di Treviso, in Veneto. In cosa consiste quindi questa storica manifestazione?

Il Palio di Castelfranco: una tradizione dalle radici antiche

Il Palio di Castelfranco è una gara che coinvolge l’intero paese di Castelfranco, ovvero ogni quartiere, in un gioco di squadra: alla competizione vera e propria però si associa il corteo storico. Ma come è iniziato tutto?

Castelfranco è un paese in provincia di Treviso, fondato alla fine del 1200. La cittadina venne governata fino al 1339 dal libero Comune di Treviso. Lo scopo della manifestazione è quello di rievocare l’atmosfera storica, la vita quotidiana del tempo o i personaggi che hanno lasciato il segno durante gli anni del governo di libertà del vessillo crociato di Treviso. Il Palio di Castelfranco si è svolto per la prima volta nel 1997 e da allora ogni anno a settembre si rievoca quest’antica tradizione.

Come si svolge il Palio di Castelfranco?

Come detto prima, la manifestazione si basa sulla rievocazione della storia della città di Castelfranco Veneto. Si tratta di eventi unici, caratteristici di antiche tradizioni passate che non smettono mai di affascinare. Ecco quindi tutti gli eventi che si svolgono durante il Palio di Castelfranco:

Il torneo del Gioco del Pallone

Il torneo del Gioco del Pallone veniva organizzato sotto le mura cittadine: vi fu una famosa partita nel XVII secolo fra due squadre legate a due parrocchie rivali a Castelfranco. Ne seguirono liti, insulti e duelli di cui si parlò per molti anni tra i fedeli della chiesa “dentro le mura” e “fuori le mura”. Attualmente il gioco viene riproposto in chiave moderna, simile al calcio fiorentino e vengono coinvolti ragazzi provenienti da tutti i quartieri della cittadina.

Il corteo Storico dei Consoli

Un altro evento decisamente affascinante è il Corteo Storico dei Consoli: viene ricordato infatti l’arrivo dei due Consoli che ogni due mesi giungevano dal Libero Comune di Treviso per amministrare Castelfranco. I consoli venivano accolti dalle maggiori autorità sia civili che religiose, che dalle personalità più importanti del tempo. Durante la manifestazione partecipano più di seicento persone, vestite come ai tempi, per la maggior parte popolani che accompagnano i consoli in corteo attorno alle mura e per festeggiare in seguito il loro arrivo con il torneo del Castel d’Amore.

Il Castel d’Amore

Il Castel d’Amore rievoca l’antico gioco molto rinomato all’epoca e che fu causa nel 1214 di una guerra fra cittadini di Padova e Venezia. Il gioco prevede che vi sia una divisione in squadre ognuna guidata da un cavaliere e lo scopo è attraversare un percorso difficoltoso per raggiungere e dare alla propria damigella su una torre di legno un fazzoletto precedentemente inviato.

La Fiera Medievale

Dentro le mura lo scenario ricorda ancora il tipico periodo medievale. Durante il Palio di Castelfranco si svolge infatti la Fiera Medioevale, in cui vi sono numerosi venditori che offrono cibo e merci tradizionali dell’epoca. Vi è un’atmosfera quasi surreale: personaggi in costume, musiche del tempo che riescono far viaggiare nel tempo il visitatore e a fargli rivivere realmente quei momenti storici.

Una cosa interessante ed affascinante è che per la fiera medioevale anche le monete sono caratteristiche: il cambio si fa presso appositi banchi ispirati alle antiche monete utilizzate, con un disegno che decora le due facce delle monete.

Il Palio di Castelfranco 2021: tutte le novità di quest’anno

Tribuna Treviso

Anche per quest’anno a Castelfranco si respira aria di medioevo grazie all’associazione Palio, da sempre impegnata con l’organizzazione dell’evento. A causa della pandemia quest’anno non si svolgeranno alcune delle attività, fra cui il Palio del Castel d’Amore e lo storico torneo di Calcio.

Gli eventi avranno comunque luogo in tre fine settimana di settembre: il primo appuntamento si è tenuto il 4 e 5 settembre con il Mercato Medioevale, che si svolge dal ponte dei Beghi fino alla piazzetta XXIV Maggio in cui è possibile comperare oggetti tipici, osservare il lavoro degli artigiani e seguire esibizioni di giullari e musicisti.

Giorno 11 e 12 Settembre si è svolto invece l’evento “Il castello che rivive”, in cui saranno ricordati duelli e combattimenti grazie ai gruppi Armigeri di Castelfranco, Cavalieri Del Drago e la  Compagnia d’Arme Cavalieri di San Giovanni. L’evento è avvenuto davanti al Duomo ed è stato consentito l’ingresso ad un massimo di 200 persone.

Una delle novità assolute del Palio di Castelfranco 2021 è la manifestazione che si svolgerà il 25 e il 26 Settembre dal titolo “ 1577 xe finia a peste”, ovvero i festeggiamenti in onore della fine della grande peste del 1577. In questo caso saranno quindi rievocate atmosfere caratteristiche del 1500, un secolo caratterizzato da importanti novità anche relative alla armi da fuoco.

Se questo articolo ti ha fatto venire voglia di rivivere le atmosfere medievali, questa è l’occasione giusta per organizzare il tuo viaggio e partecipare al famoso Palio di Castelfranco!

Immagine di copertina: Rec Photo Video

Write a response

Добавить комментарий

Ваш адрес email не будет опубликован.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close