Search

La notte dei Cucibocca: l’Epifania del Sud Italia

Quella della notte dei Cucibocca è un’usanza tipica del piccolo e pittoresco Montescaglioso, minuscolo borgo in provincia di Matera, in Basilicata. L’evento si celebra a cavallo tra il 5 e il 6 di Gennaio e va a sostituire l’attesa per la visita della “Befana”, ovvero la figura, amata dai bambini poiché portatrice di doni, che nel resto d’Italia viene considerata come tipico simbolo dell’Epifania cristiana.

La notte dei Cucibocca è la notte che sta a cavallo tra il 5 e il 6 di gennaio. Ricorre, non a caso, durante l’Epifania cristiana. La sfilata dei Cucibocca parte dall’Abbazia di San Michele di Montescaglioso, piccolo comune nelle zone di Matera e, come ogni anno, vieta categoricamente la presenza dei bambini. La vestizione delle figure ha infatti inizio qualche ora prima rispetto al corteo e prevede totale segretezza, dal momento che è fondamentale che, una volta in giro, nessuno possa riconoscere i figuranti.

La Cucibocca: origini della leggenda

Il simbolismo e la leggenda che si trovano alla base della notte dei Cucibocca non sono ancora ben chiari. Sembrerebbe si tratti di un mix composto da più fattori. I Cucibocca infatti reincarnerebbero le anime del purgatorio tornate a visitare i propri cari. Durante la serata, inoltre, è tradizione consumare i “9 bocconi dei Cucibocca”, ovvero nove pietanze ben precise che vengono ripetute anno dopo anno. Pietanze povere e leggere, perché l’Epifania segna la fine dei festeggiamenti natalizi e l’inizio di quello che per i cattolici dovrebbe essere un periodo alimentare più restrittivo, legato alla Quaresima.

Cosa succede la notte dei Cucibocca?

La notte dei Cucibocca, un gruppo tornito di uomini e giovani ragazzi del paesino, si riunisce per travestirsi con spaventose maschere dall’aspetto cupo e bussare porta per porta alle case degli abitanti del borgo. I Cucibocca, vestiti da un lungo mantello nero, portano in testa un disco di paglia da frantoio e hanno un aspetto trasandato e sporco. Alle caviglie portano catene spezzate che si trascinano dietro durante il corteo, creando un rumore forte e stridente. Camminano con un grosso ago in mano e minacciano di cucire la bocca ai bambini capricciosi. Bussano di porta in porta per chiedere in cambio doni in natura (al contrario della Befana che, invece, li porta). Spariscono infine nella notte e i bambini, terrorizzati ma al contempo divertiti, si chiudono nelle loro stanze in silenzio per permettere alla befana di far visita alle loro case durante la notte.

La notte dei Cucibocca a Montescaglioso 2019

cucibocca-italiantraditions

Come ogni anno Montescaglioso, del quale abbiamo ampiamente parlato poc’anzi, sarà sede principale della notte dei Cucibocca, con l’ attesissimo corteo per l’Epifania. L’evento si terrà a partire dalle 19:00. I Cucibocca sbucheranno dall’Abbazia di San Michele e inizieranno a sparpagliarsi lungo le vie del centro, fino alle 20.30 circa. Dalle 20.30 in poi, le figure dei Cucibocca inizieranno a “colonizzare” i chiostri, e consentiranno ai bambini accompagnati dai propri genitori di sfidare la paura e tentare di scoprire chi si cela dietro le temibili maschere tanto amate ma al tempo stesso tanto paurose.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Your custom text © Copyright 2018. All rights reserved.
Close